G.A.S. Ronco Briantino

Cosa sono i Gruppi di Acquisto Solidale

Una breve autopresentazione dei G.A.S.


Cosa sono i Gruppi di Acquisto Solidale (G.A.S.)?

Un gruppo d'acquisto è formato da un insieme di persone che decidono di incontrarsi per acquistare all'ingrosso prodotti alimentari o di uso comune, da ridistribuire tra loro.

Si ma... perchè si chiama solidale?

Un gruppo d'acquisto diventa solidale nel momento in cui decide di utilizzare il concetto di solidarietà come criterio guida nella scelta dei prodotti. Solidarietà che parte dai membri del gruppo e si estende ai piccoli produttori che forniscono i prodotti, al rispetto dell'ambiente, ai popoli del sud del mondo e a colore che - a causa della ingiusta ripartizione delle ricchezze - subiscono le conseguenze inique di questo modello di sviluppo.

Perchè nasce un G.A.S.?

Ogni GAS nasce per motivazioni proprie, spesso però alla base vi è una critica profonda verso il modello di consumo e di economia globale ora imperante, insieme alla ricerca di una alternativa praticabile da subito. Il gruppo aiuta a non sentirsi soli nella propria critica al consumismo, a scambiarsi esperienze ed appoggio, a verificare le proprie scelte.

Come nasce un G.A.S.?

Uno comincia a parlare dell'idea degli acquisti collettivi nel proprio giro di amici, e se trova altri interessati si forma il gruppo. Insieme ci si occupa di ricercare nella zona piccoli produttori rispettosi dell'uomo e dell'ambiente, di raccogliere gli ordini tra chi aderisce, di acquistare i prodotti e distribuirli... e si parte!

Criteri solidali per la scelta dei prodotti

I gruppi cercano prodotti provenienti da piccoli produttori locali per avere la possibilità di conoscerli direttamente e per ridurre l'inquinamento e lo spreco di energia derivanti dal trasporto. Inoltre si cercano prodotti biologici o ecologici che siano stati realizzati rispettando le condizioni di lavoro.

Una rete

I gruppi di acquisto sono collegati fra di loro in una rete che serve ad aiutarli e a diffondere questa esperienza attraverso lo scambio di informazioni. Attualmente in Italia sono censiti un centinaio di GAS

Sul sito ufficiale del GAS troverete


Documento base dei GAS: "Un modo diverso di fare la spesa"

Un breve testo realizzato dalla rete dei GAS che si pone l'obiettivo di descrivere e divulgare l'idea dei "Gruppi di Acquisto Solidale" (G.A.S.).

Questa breve pubblicazione, realizzata dalla rete dei GAS, si pone l'obiettivo di descrivere e divulgare l'idea dei "Gruppi di Acquisto Solidale" (GAS).

Di cosa si tratta? Di una delle tante realtà nelle quali si sta realizzando una concezione alternativa dell'economia, ormai presenti in varie parti d'Italia in forma piu' o meno strutturata. Li chiamiamo Gruppi di Acquisto "Solidali" per distinguerli dai gruppi d'acquisto tout-court, che possono non presentare connotazioni etiche, ma essere solo uno strumento di risparmio. L'aspetto etico, o solidale, di tali gruppi, ci sembra il lato piu' importante, che li connota come esperienze nel campo del consumo critico. Ma in effetti non e' il solo aspetto rilevante.

Il richiamo ad una vita in cui le relazioni umane e la condivisione con gli amici ed i vicini tornano ad avere importanza primaria; il ritorno ai sapori di una volta; il piacere di mangiare cose buone, che fanno bene, in armonia con gli altri esseri umani e con la natura. Quello che forse ciascuno di noi, da sempre desidera realizzare! Si tratta solo di provare... E' una esperienza alla portata di tutti.

I GAS possono costituire dunque uno degli aspetti di un nuovo stile di vita che, accanto al consumo critico e al risparmio etico, fornisce una possibilità di impegno concreto per chiunque desideri cominciare a lavorare nella vita quotidiana per un nuovo modello di sviluppo costruito dal basso.

Speriamo, con questo breve scritto, di suscitare in voi la voglia di tentare. Questo fascicolo riporta alcuni aspetti comuni per la "identificazione" di un GAS, ed e' stato realizzato a partire da diversi contributi.

PERCHE'?

1.1 IL POTERE DEL CONSUMATORE

Cosa si intende per "potere del consumatore"? Soffermiamoci innanzitutto sul significato di queste due parole che forse sono usate troppo e troppo spesso in modo improprio. Il potere e' la capacità di influenzare in modo determinante persone o situazioni, oltre a rappresentare la possibilità concreta di fare qualcosa. Il consumatore e' chi consuma, vale a dire chi sul mercato domanda beni e servizi ed e' disposto a pagare un prezzo per essi. Il momento fondamentale in cui il consumatore può esercitare il proprio potere e' rappresentato dall'atto d'acquisto.

La forza apparentemente senza limiti delle imprese produttrici, in modo particolare delle società multinazionali, ha in realtà una debolezza intrinseca in quanto la capacità di sviluppare business e di creare profitto dipende principalmente dal comportamento dei consumatori nel momento in cui acquistano prodotti o servizi.

Il gesto di fare la spesa non e' un'azione priva di significato, un atto privato che riguarda solo il consumatore, i suoi gusti, i suoi desideri, il suo portafoglio. Esso può assumere una forte e chiara valenza sociale, economica e politica. Prendere consapevolezza di questo potere permette di elaborare una strategia di condizionamento della politica di approvvigionamento, produzione e distribuzione delle imprese.

Come consumatori che si pongono obiettivi sociali, occorre appropriarci della capacità - libera e non condizionata - di scelta dei prodotti. Ciò deve essere attuato sulla base di criteri legati non solo alla qualità merceologica, al prezzo, o peggio all'immagine, al valore evocativo di status symbol del prodotto, ma piuttosto alla valutazione delle politiche compiute dalle imprese in termini di:

  • Impatto sociale: rispetto delle norme di sicurezza e dei diritti dei lavoratori, tipo di rapporti adottati con i regimi oppressivi, forme di presenza nei Paesi del Sud del Mondo, ...
  • Impatto ambientale: rispetto della natura e dei suoi ritmi, rispetto delle norme e convenzioni internazionali, scelte in materia di imballaggi e di riciclaggio, test sugli animali, ....

Breve Storia

Come è nato


  • Nel 2006 il gruppo missionario di Ronco Briantino organizzò tre serate sul tema dei Nuovi Stili di Vita: un incontro sui GAS (Gruppi di Acquisto Solidali), un altro sulla Finanza Etica (intervenne un responsabile di Banca Popolare Etica), e l'ultimo incontro sul tema dell'Impronta Ecologica proponeva una riflessione e un metodo concreto per analizzare l'impatto che il nostro modo di vivere ha sull'ambiente. Un discreto numero di partecipanti alle serate si dimostrò interessato alla proposta di organizzare nel nostro comune un G.A.S.
  • Il G.A.S. di Ronco Briantino è nato ufficialmente nel mese di settembre 2007 come sottogruppo della rete G.A.S. "La Stadera" che comprende altri 6/7 sottogruppi principalmente della zona di Lecco. "La Stadera" ha sede operativa (riunioni dei referenti, magazzino, amministrazione, etc) presso la Cooperativa Karibuny (punto vendita dei prodotti del commercio equo e solidale) situata nel Centro di Animazione Missionaria dei Missionari della Consolata a Bevera di Castello Brianza (Lc).
  • L'adesione al Gas-Ronco implica la conoscenza e la condivisione dello spirito del Manifesto Nazionale dei Gruppi di Acquisto Solidale(www.retegas.org) in cui è ben esplicitato che il G.A.S. a differenza di altri gruppi di acquisto possiede anche l'aggettivo Solidale che lo contraddistingue dal semplice "mettersi insieme per comprare all'ingrosso".
  • Il primo gesto di solidarietà lo compiamo nei confronti di chi partecipa alle riunioni condividendo le proprie opinioni e il proprio tempo. Tre gli atteggiamenti indispensabili: Partecipazione, Collaborazione e Tolleranza, così come descritto nella Scheda di Adesione.

"Questo aggettivo "solidale", dice Andrea Saroldi, coordinatore della Rete Gas nazionale, "può essere inteso nel senso di un aiuto reciproco, per affrontare i problemi con forme di collaborazione e mutualità. Si concretizza in un'equa ripartizionedei compiti all'interno del gruppo, con i produttori definendo un prezzo "giusto", ma anche verso l'ambientecon l'agricoltura biologica e i prodotti a Km zero, verso le altre popolazioniattraverso il circuito del commercio equo e solidale".

2007-2008

L'anno 2007 è servito per "conoscerci", per ingranare sul modo in cui fare "acquisti diversi", per avere un'idea di quali produttori possono essere considerati "alternativi" al normale supermercato.

Nel corso dell'anno il gruppo con il passaparola si è allargato.

2008-2009

Abbiamo "alzato il livello".

Non tanto sulle cose da fare quanto sul modo di essere partedi questo gruppo. Occorreva far emergere lo “spirito critico" sul modo di fare la spesa, ma più in generale di vivere.

Se il G.A.S. è un mezzo concreto per fare delle scelte economiche diverse, la sua condizione necessaria/indispensabile per poter esistere e che gli dà valore, è che prima di tutto è un modo di pensare la vita (le relazioni tra persone vicine e lontane, con l'ambiente....), è un modo di creare coscienza sul proprio modo di essere al mondo.

2009-2010

Il Gas si è allargato, siamo circa 20 famiglie. Abbiamo stabilito un calendario di incontri (1 al mese) in cui si alternano riunioni, visite, serate di approfondimento.

Si caldeggia sempre più la partecipazione alla vita del Gas e anche della Rete di cui è parte, per “vivere lo spirito vero del consumo critico" suo motore principale.


Cosa lo caratterizza


Organizzazione

I prodotti che è possibile acquistare attraverso il G.A.S.di Ronco:

PRODOTTO PRODUTTORE FREQUENZA ACQUISTI
PASTA IRIS Soc. Coop.Agricola (MN) 3 volte/anno
RISO Associazione Riso Solidale 2 volte/anno
VINO Coop.Agricola LA VIGNA (PV) A richiesta programmata
MELE Amedeo (Valtellina) A richiesta programmata
PARMIGIANO REGGIANO Fattoria Rossi (RE) 5 volte/anno
OLIO/CONSERVE Casa del Giovane (Calabria)
Coop.di lavoro per giovani su terreni confiscati alla mafia
2 volte/anno
AGRUMI Le Galline Felici (Sicilia)
Riggio (Sicilia)
3 volte/anno
PANE Progetto Spiga&Madia – DesBri 1 volta Settimana
TONNO 1/2 volte/anno
FORMAGGI CAPRA Cascina Bagaggera (Valle Curone) Da definire
DETERSIVI Officina Naturae (Rimini) 3 volte/anno
ABITI/SCARPE/INTIMO/CALZE EKKRU/BIO WORLD/MADE IN NO/CALZE NATURA occasionale
VERDURA Az. I Gelsi (Mezzago–MB) Ogni 15 gg
CONFETTURE/MINIESTRE/CEREALI Cascina Costa Antica (Monte Marenzo–BG) Da definire

Gestione dell'ordine

Per ogni prodotto esiste un Referente del Gas Ronco che provvede tramite avviso e-mail ad inviare l'ordine a tutti i componenti e a comporne uno unico complessivo che viene inviato al Referente Generale del prodotto del Gas -La Stadera, che a sua volta lo invierà direttamente al Produttore. La merce generalmente arriva o in Rosa Blu o in casa del referente

Non c'è obbligo di acquisto, se non quello - ovviamente in caso si volesse ordinare - di rispettare le quantità dell'imballo. (es. la pasta da 500 g è imballata in confezioni da 12 pezzi = dovrò acquistare 12 pezzi da 500 g di quel formato).


Sei interessato a partecipare?
Vuoi qualche informazione?
Contattaci